Scuola Secondaria Paritaria Speciale per Sordi
Centro di Riabilitazione Logopedica
Ente di Formazione e Orientamento Professionale

Istituto Filippo Smaldone

Scuola Infanzia e Primaria Paritaria

Carta dei Servizi

Premessa
L’Istituto “Filippo Smaldone” di Salerno è gestito dalle Suore Salesiane dei Sacri Cuori, fondate in Lecce il 25 Marzo 1885 da San Filippo Smaldone, e propone alla comunità un progetto educativo, scolastico e riabilitativo rivolto all’educazione integrale e cristiana, in coerenza con la loro ispirazione religiosa e sulla base del Magistero della Chiesa e delle direttive del loro Fondatore. Le finalità che l’Istituto Filippo Smaldone di Salerno intende garantire sono:


A. Promuovere la formazione educativa, culturale e professionale dell'utente sordo e dell'utente udente.
B. Offrire all'utente sordo canali di comunicazione spendibili nelle comunità sociali allargate e ristrette.
C. Perseguire la soddisfazione dell'utente, della sua famiglia, del committente e del personale.
D. Perseguire la massima efficacia ed efficienza dei servizi offerti all'utente, alla famiglia ed al committente.
E. Perseguire lo spirito di carità che caratterizza l'Opera dell'Istituto Filippo Smaldone.

Principi fondamentali
L’Istituto si ispira nella sua Opera educativa, didattica e riabilitativa ai seguenti principi informatori:

1. Uguaglianza
L’Istituto è aperto a tutti coloro che ne richiedono i servizi. Le regole che disciplinano i rapporti fra gli
utenti ed il Centro di Riabilitazione sono uguali per tutti e nessuna discriminazione ingiustificata può essere
compiuta.

2. Imparzialità e Regolarità
L’Istituto si impegna ad erogare il servizio riabilitativo secondo criteri di obiettività, equità ed imparzialità.

3. Accoglienza ed Umanizzazione
L’Istituto si impegna con opportune ed adeguate attività e con la collaborazione di tutti gli operatori a favorire l’accoglienza dei genitori e degli utenti, con particolare attenzione alla fase di ingresso, per la quale si organizzeranno momenti di ascolto e di orientamento, atti a favorire il processo di socializzazione e di integrazione nella nuova organizzazione scolastica e riabilitativa. Particolare impegno è prestato alla soluzione delle problematiche sociali derivanti dall’handicap uditivo, valutando le potenzialità acustiche residue ed agendo in maniera personalizzata sul fronte dell’intervento riabilitativo, protesico, scolastico ed educativo.

4. Diritto di scelta, obbligo scolastico e frequenza
L’Istituto si impegna al rispetto del diritto che i genitori o chi ne fa le veci, vorranno esercitare nella scelta di
questo Istituto o di servizi erogati da altri gestori. L’organizzazione del servizio sarà orientata ad assicurare l’obbligo scolastico, il proseguimento degli studi superiori e la regolarità di frequenza. Si terrà sotto controllo ogni fenomeno di dispersione scolastica attraverso attività specificamente destinate al sostegno, all’orientamento, alla rimotivazione, alla responsabilizzazione ed alla valorizzazione delle risorse degli alunni.

5. Partecipazione, efficienza e trasparenza
Il personale del Centro di Riabilitazione, i genitori e gli utenti sono protagonisti e responsabili dell’attuazione della “Carta”, attraverso una gestione partecipata Scuola e del Centro di Riabilitazione, nell’ambito dei momenti di incontro e di confronto, degli organi collegiali e delle procedure vigenti. Le attività dell’Istituto ed in particolare l’orario di servizio si conformeranno a criteri di efficienza, di efficacia e di flessibilità dell’organizzazione dei servizi amministrativi, dell’attività didattica e riabilitativa e dell’offerta formativa integrata, che saranno orientati alla massima semplificazione delle procedure e sostenute da un’informazione completa e trasparente. L’Istituto si impegna a favorire le attività extrascolastiche, extrariabilitative e l’integrazione con i coetanei udenti e sordi, che permettano agli utenti di raggiungere una promozione culturale, sociale e religiosa, favorendo l’utilizzo delle risorse strutturali e sociali del territorio.

6. Liberta’ di intervento e aggiornamento del personale
Il Centro di Riabilitazione garantisce e favorisce la libertà degli operatori, come valorizzazione della progettualità individuale e collegiale degli stessi. L’aggiornamento e la formazione costituiscono un impegno per tutto il personale e un compito per l’amministrazione, che assicura interventi organici e regolari.

7. Accessibilità alle informazioni
L’Istituto garantisce la piena informazione dei cittadini utenti sui servizi offerti e le modalità di erogazione degli stessi; inoltre, nel rispetto della legge sulla Privacy garantisce l’accesso all’utente o ai familiari aventi diritto di ottenere informazioni sulle sue condizioni, sui prodotti realizzati durante le attività scolastiche, riabilitative e sui livelli prognostici. I familiari, inoltre, hanno libero accesso durante le sedute scolastiche e riabilitative.

8. Liberta’ di insegnamento e aggiornamento del personale
L’Istituto garantisce e favorisce la libertà dei docenti e dei terapisti, come valorizzazione della progettualità individuale e collegiale degli stessi. L’aggiornamento e la formazione costituiscono un impegno per tutto il personale e un compito per l’amministrazione, che assicura interventi organici e regolari.

9. Appropriatezza degli interventi
L’Istituto si pone come obiettivo prioritario il perseguimento dell’appropriatezza degli interventi scolastici e riabilitativi, al fine di non incidere negativamente sulla dignità degli utenti e delle loro famiglie, sulla spesa pubblica e sulla gestione delle proprie risorse umane e strumentali.

10. Riduzione dei tempi e liste di attesa
L’Istituto adotta tutti gli strumenti in suo potere per ridurre i tempi di attesa dell’utenza e per snellire le liste di attesa, programmando con gli interlocutori della committenza la gestione della disponibilità interna ed offrendo all’utenza in caso di tempi di attesa non definibili adeguate informazioni per l’accesso presso altre analoghe strutture sul territorio.

11. Continuità delle cure
L’Istituto ha predisposto una procedura per garantire la continuità assistenziale alla conclusione del progetto riabilitativo, che prevede la comunicazione al medico curante, l’eventuale l’addestramento ai familiari per la gestione di strumenti protesici o per l’acquisizione di materiali per il proseguimento delle cure a domicilio, nonché l’attivazione delle competenti Aziende Sanitarie Locali per quanto concerne la fornitura dei materiali e la continuazione assistenziale.

12. Riduzione dei rischi
L’Istituto ha predisposto una procedura per prevenire, individuare, definire e trattare le sorgenti di rischio per il personale e per l’utenza che opera nel Centro, mediante l’elaborazione di un appropriato programma di prevenzione e protezione che miri a contenere il rischio al più basso livello possibile. Nel contempo la stessa procedura prevede analoga attenzione verso gli eventi avversi procurati ai pazienti, completata con la loro registrazione ed elaborazione statistica.

13. Soddisfazione degli utenti
L’Istituto presta particolare attenzione al monitoraggio periodico dei livelli di soddisfazione dell’utenza, dei loro familiari, dei committenti e del personale interno, mediante la somministrazione anonima di questionari con risposte aperte e chiuse e la raccolta di lamentele e reclami verbali e scritti, che saranno attentamente valutati per migliorare la qualità dei servizi offerti all’utenza.

14. Ricerca del miglioramento continuo
L’Istituto si impegna a definire i propri standard di qualità dei servizi offerti ed a determinare le modalità di valutazione costante della qualità stessa.

750840
Oggi
Ieri
Questa settimana
Settimana scorsa
Questo mese
Mese scorso
Totale visite
295
220
1336
475715
5478
26590
750840

Il tuo IP: 18.208.126.130
2020-07-10 22:23